1965-1966 ADALBERTO SOLARI

Home » Chi siamo » STORIA DEL ROTARY CLUB OSIMO » 1965-1966 ADALBERTO SOLARI

Presidente: Adalbero Solari

Vice Presidente: Guerrino Bersaglia
Segretario: Renato Bartoli
Tesoriere: Gianfranzo Fiorenzi
Prefetto: Ennio Francesco Claudi
Past Presidente: Raffaele Ubaldo Cardinali
Presidente Incoming: Renato Bartoli

Consiglieri: Vincenzo Fabiani, Mario Riccioni, Forzolo Scassatelli Sforzolini

Governatore 2090: Pierfrancesco Leopardi

Presidente R.I.: C. P. H. Teenstra
Tema presidenziale: Action, Consolidation and Continuity


E’ il secondo anno della presidenza Solari. Riguardo alla documentazione siamo più fortunati, giacché a cura del segretario Renato Bartoli iniziano le fonti scritte, ma l’archivio conserva solamente le copie del Bollettino dei mesi febbraio e marzo 1966. Il materiale è però sufficiente ad illustrare le attività del Club, che colse l’opportunità di inserirsi nella manifestazione musicale di rilevanza internazionale che si tiene annualmente a Loreto in occasione del raduno delle Cappelle Musicali. D’intesa con il dott. Augusto Castellani, deus ex machina della rassegna, si diede vita per il secondo anno ad un incontro, che si ripeterà per diversi anni, con tutti i direttori dei complessi corali provenienti da vari paesi e con le autorità locali.
La relativa conviviale, vissuta nel puro spirito sovranazionale rotariano, trovava degna sede nel prestigioso Palazzo Apostolico e precisamente nella sala dedicata a Lorenzo Lotto, ulteriore testimonianza, questa, del prestigio e della reciproca stima esistente con gli amministratori della Santa Casa, e specialmente con il Delegato Apostolico Mons. Aurelio Sabbatani.
Il Club, che annoverava, allora come oggi, tanti talenti e stimati rappresentanti della professione medica, non rimase indifferente nei confronti della situazione ospedaliera del comprensorio e sulla scorta di una equilibrata relazione del socio Mario Riccioni, auspicò sin da allora un ampliamento ed un completo rinnovamento degli istituti ospedalieri esistenti, iniziando, come sottolineato con forza anche dal primario Prof. Giovanni Silvestri, dall’Ospedale Civile di Osimo, che avrebbe dovuto essere accorpato con quello della vicina Castelfidardo. Il Rotary di Osimo si fece quindi promotore dell’organizzazione di un incontro con le competenti autorità comunali e ospedaliere per studiare le concrete possibilità di fusione dei due nosocomi.
Il Club, che almeno per i mesi considerati registra una sufficiente assiduità, è stato arricchito da interessanti relazioni dei soci, tra cui quella di Alberto Honorati sull’azionariato in agricoltura e quella particolarmente apprezzata di Sergio Lucangeli su “Storia ed esperienza nel campo dei motori e delle vetture ex Formula Junior poi Formula 3”. Questa relazione, oltre che essere ricca di dati tecnici, ha riportato alla memoria dei soci il glorioso passato automobilistico di tanti piloti cittadini emuli dell’osimano Luigi Fagioli e la corsa in salita Osimo Stazione-Osimo che fu seguita dai nostri concittadini con tanto entusiasmo e partecipazione. Al nostro socio Lucangeli un grazie per la sua pionieristica esperienza, purtroppo soffocata dalla onerosità dei costi sempre crescenti e per il ricordo del rombo degli ultimi motori “osimani”, che accesero i nostri entusiasmi e l’illusione di poter far rivivere i fasti motoristici del passato.

Loreto, Hotel Marchigiano Bellevue: signora Scassellati Sforzolini, Giuseppe Leopardi Dittajuti, Titina Giorgetti Cardinali, Sante Lanari