2006-2007 FRANCESCO CAPOCCIA

Home » Chi siamo » STORIA DEL ROTARY CLUB OSIMO » 2006-2007 FRANCESCO CAPOCCIA

Presidente: Francesco Capoccia

Vice Presidente: Antonino Grassi
Segretario: Luciano Antonelli
Tesoriere: Franco Iacoacci
Prefetto: Roberto Rogati
Past Presidente: Luigi M. Tomarelli
Presidente Incoming: Enrico Cetrari

Consiglieri: Mauro Calcaterra, Lauretta Giulioni

Governatore 2090: Luciano Pierini

Assistente del Governatore: Piero Chiorri

Tema presidenziale: Apriamo la via


 

BOLLETTINI

Conviviali: 1° e 3° venerdì – Conero Golf Club di Sirolo; “Gallery” Caffè del Corso di Osimo
Nell’assumere l’incarico di Presidente, Francesco Capoccia non ha esitato a dichiarare che si sarebbe divertito, ma dando ovviamente al termine un significato diverso da quello apparente, perché non è divertimento il polemizzare su argomenti poco importanti, bensì il “guardarsi attorno per vedere cosa accade e capire dove sarebbe meglio focalizzare le nostre attenzioni”, poiché “gli esami non finiscono mai”.
La cultura e l’amicizia sono i due temi principali su cui si è basata l’azione propulsiva del Consiglio Direttivo di questo anno rotariano.
E’ sicuramente di carattere culturale la gita organizzata per il 22 luglio alla città di Fabriano per la visita guidata della Mostra intitolata “Gentile da Fabriano e l’altro Rinascimento”, congiuntamente ai soci del club di Fabriano. Il pomeriggio è poi continuato con la visita a chiese e monumenti della città.
In precedenza c’era stata la visita del Governatore Luciano Pierini, che ha illustrato gli obiettivi per l’anno rotariano in corso, sottolineando che il Rotary ha bisogno di soci “a servire” e non di soci assenteisti più o meno cronici.
E’ da considerare sicuramente un evento culturale la conviviale del 22 settembre, in cui i soci hanno avuto l’opportunità di ascoltate le relazioni della Prof. Simonetta Torresi e del Prof. Fabrizio Bartoli sul romanzo di Dan Brown “Il Codice da Vinci”, uno dei temi più discussi degli ultimi anni, che a volte ha dato adito ad interpretazioni soggettive e parziali. Leggendo il Bollettino di quel mese, ed in particolare il profondo articolo di Rosalba Roncaglia, si può dedurre che i due relatori hanno esposto teorie unilaterali e che vi è stato scarso contradditorio, lasciando probabilmente l’uditorio non sufficientemente ed equamente informato.
Anche l’Interclub con Ancona Riviera del Conero, prendendo lo spunto dalla presentazione del libro “Luna traversa” del giornalista-scrittore G. Trapanese, ha affrontato un argomento particolarmente stimolante e di attualità, come “l’amore e la crisi nel rapporto di coppia”.
Il 13 ottobre ha avuto invece luogo la solenne cerimonia al Teatrino Campana per la consegna del “Premio Fauno Sardus Tronti”, borsa di studio di 10.000 euro offerta dalla famiglia Tronti, al Dott. Alessandro Bettini, vincitore del concorso “Alimentazione e salute”. Alla manifestazione ed alla successiva conviviale sono intervenuti il Governatore Luciano Pierini, il P.D.G. Giorgio Rossi, vari presidenti di club marchigiani, autorità civili e militari.Altra iniziativa squisitamente culturale è stata quella che ha visto protagonista, durante la conviviale del 20 ottobre, il Prof. Sante Graciotti, illustre slavista e socio onorario del Club, che ha tenuto una conferenza sul tema “La Russia e l’Europa: un confronto non sempre amichevole, che dura da mille anni”.
Serata singolare possiamo definire quella del 24 novembre, per l’eccezionale presenza del personaggio televisivo Luca Sardella, con in testa l’immancabile berretto, che ha intrattenuto i soci con una relazione sui fiori e sull’utilizzo delle piante per la cura della salute e della bellezza, soprattutto femminile. La serata è stata allietata e completata dalla esibizione di un complesso musicale, che ha eseguito, con soddisfazione di tutti, un ricco repertorio di canzoni degli anni Sessanta e Settanta.Un passo importante è stato fatto il 12 gennaio 2007 per la storia interna del Rotary Osimo, avendo l’Assemblea dei Soci approvato il nuovo Regolamento del Club, che consta di 16 articoli. Strettamente collegata ad esso è la relazione tenuta il seguente 2 febbraio dal Past Governor Giorgio Rossi sul tema “Piano Direttivo del Club”, che darà avvio, l’anno seguente, ad un radicale cambiamento nell’organizzazione di tutti i Rotary Club del mondo.
Sull’importante riconoscimento che l’UNICEF ha attribuito all’Ospedale “SS. Benvenuto e Rocco” di Osimo, dichiarandolo “Ospedale Amico dei Bambini”, il primo nelle Marche, hanno riferito nella conviviale del 26 gennaio il socio Mauro Tiriduzzi, Primario del Reparto di Ostetricia e Ginecologia, e Antonio Zoppi, Primario del Reparto di Pediatria, illustrando il lungo e difficile cammino effettuato per raggiungere gli standard validi per il riconoscimento. Il successivo 15 febbraio poi, presso il Palazzo Campana, si è tenuta la cerimonia ufficiale per la consegna dell’attestato da parte dell’UNICEF.
Trascorso in allegria il Carnevale al Conero Golf Club di Sirolo, con l’esibizione del Gruppo Folcloristico “La Martinicchia”, come primo appuntamento serio e impegnativo è da considerare l’Interclub del 2 marzo con Ancona Riviera del Conero, Loreto e Montegranaro per la conclusione del Matching Grant col Rotary di Ndola, finalizzato alla costruzione di un pozzo con cisterna e autoclave per l’acqua potabile al Malaika Village di Luanshya in Zambia. Ospiti della serata sono stati tre Past Governor ed Emidio Grisostomi del Club di Fermo, medico ortopedico fondatore dell’Ospedale Ortopedico Pediatrico di Lusaka.
Il progetto a favore dello Zambia, seguito prevalentemente dal segretario Luciano Antonelli e da Paolo Pierpaoli, è poi continuato, con l’intento di realizzare un impianto completo per la depurazione dell’acqua, il cui costo previsto di 20.000 euro è stato completamente coperto grazie alla vendita di un certo numero di cartelle contenenti quattro riproduzioni di antiche mappe marchigiane. In vista del cinquantesimo anniversario di fondazione del Club, il presidente Capoccia ha pensato bene di chiedere al fine di ottenere che il SIPE, Congresso annuale dei Presidenti Eletti 2007-2008, venisse celebrato ad Osimo. La manifestazione ha permesso a tutti gli intervenuti, oltre 120, di conoscere la nostra bella città, che ospita il Rotary Club da quasi cinquant’anni. Il Congresso si è tenuto l’11 marzo 2007 preso il Palazzo Campana, presenti il Governatore incoming Massimo Massi Benedetti e lo stesso Sindaco di Osimo Dino Latini.
Il 20 aprile al Conero Golf Club di Sirolo si è parlato di carta e il relatore non poteva che essere un fabrianese, il rotariano Prof. Franco Mariani, presentato dal rappresentante del Governatore Piero Chiorri, che ha trattato da par suo il tema “La carta nobile figlia di poveri stracci”.
Dopo il progetto Zambia, anche il progetto Tunisia si è svolto nel segno della continuità con il precedente Consiglio presieduto da Tomarelli. Dal 25 al 29 aprile infatti una rappresentanza del Club, guidata dal presidente Francesco Capoccia, si è recata in Tunisia per l’inaugurazione ufficiale del progetto Telemedicina, realizzato con la donazione dell’elettrocardiografo per l’ospedale dell’isola di Kerkenna, grazie ai buoni uffici di Mario Quattrini e all’impegno di Francesco Pellegrini. L’amicizia ormai consolidata tra il Club di Osimo e quello di Ariana la Rose di Tunisi ha consentito di realizzare un importante accordo di collaborazione tra la Società Italiana di Endoscopia Digestiva e la Società Tunisina di Gastroenterologia.
Sul progetto Telemedicina Francesco Pellegrini e Luigi M. Tomarelli hanno piacevolmente intrattenuto i soci durante la conviviale dell’8 giugno dando alla loro relazione il seguente titolo: “Sei rotariani osimani sono andati in Tunisia. Ma che cosa hanno fatto?”.
Per quanto riguarda l’Amministratore di sostegno, di cui si stava occupando Alessandra Cantori, va ora detto che il 24 maggio 2007 presso la sala consiliare del Comune di Loreto ha avuto inizio il relativo Corso di in-formazione, promosso e realizzato dal nostro Club in collaborazione con l’ANFASS Conero e con i club di Fabriano, Jesi e Loreto. Nel successivo mese di giugno si sono tenuti altri tre incontri rispettivamente a Jesi, Fabriano e Osimo.
Rimanendo in tema di assistenza, diamo di nuovo conto di una iniziativa avviata anni precedenti grazie all’apporto della famiglia Leonardi, il Campus disabili presso il “Natural Village” di P. Potenza Picena, dove il 31 maggio in collaborazione con il Club di Loreto si è svolta una piacevole serata con la partecipazione di clown e del complesso musicale “La Martinicchia”, già ospite in occasione del Carnevale.
Inoltre, si è avviata la procedura per la “messa in ristrutturazione” della sezione Rotaract, in quanto da alcuni anni i giovani soci sono per motivi di studio e di lavoro operanti in altre città d’Italia.
Dopo la gita turistico-culturale alla località di Monte San Martino, dove sono conservate importanti opere pittoriche, l’anno rotariano di Francesco Capoccia volge ormai al termine. L’ultimo appuntamento con i soci, quello della chiusura, è stato dedicato anche alla consegna del Paul Harris Fellow, la più alta onorificenza del Rotary, a Don Vincenzo Fanesi, fondatore del periodico osimano “L’Antenna”, al Dott. Rossano Bartoli, direttore amministrativo della Lega del Filo d’Oro, a Luciano Antonelli, segretario Rotary dell’anno corrente, che a sua volta a nome del Consiglio Direttivo, ha consegnato il medesimo distintivo al presidente Francesco Capoccia.

Tavolo delle autorità in occasione del conferimento del Premio Sardus F. TrontiIl Presidente Francesco Capoccia con Luca Sardella, noto personaggio televisivo
Luciano Antonelli illustra il Matching Grant a favore dello ZambiaCongresso ad Osimo del SIPE 2007-2008. Sono presenti: Milletti, Tonelli, Maurizi, Giannola, Massi Benedetti, Pierini, Montalbano Caracci, Marrollo, Splendiani, Squarcia, Breccia Fratadocchi