1997-1998 GIORGIO FANESI

Home » Chi siamo » STORIA DEL ROTARY CLUB OSIMO » 1997-1998 GIORGIO FANESI

Presidente: Giorgio Fanesi

Vice Presidente: Francesco Pellegrini
Segretario: Fabio Cardinali
Prefetto: Claudio Sanguinetti
Tesoriere: Mauro Minestroni
Past Presidente: Mario Quattrini
Presidente Incoming: Luigi Innocenzi
Consiglieri: Franco Catena, Antonio Martiri, Claudio Quattrini
Bollettino: Giorgio e Nicoletta Fanesi

Governatore 2090: Mario Giannola
Presidente R.I.: Glen W. Kinross
Tema presidenziale: Mostrate l’impegno del Rotary a favore della vostra comunità, del mondo e di tutti i suoi abitanti

Conviviali: 1° e 3° venerdì – Ristorante “Lanterna Blu” di Osimo; Ristorante “Ada” di Osimo

Al presidente Giorgio Fanesi e ai suoi collaboratori è spettato il compito di celebrare il quarantesimo anno di fondazione del Rotary osimano, e lo hanno fatto nel migliore dei modi.
Chi ha avuto modo di seguire le vicende dei primi quarant’anni di vita del Club ha potuto constatare come esso sia stato sempre vivo, e sempre più presente ed operante nel contesto sociale, conservando il suo stile e la fiducia nei suoi valori ideali.
Ora cerchiamo di illustrare in maniera sintetica e schematica i progetti enunciati, nel rispetto dello spirito del motto prescelto: “Show Rotary cares al servizio della vostra comunità, del nostro mondo, della sua popolazione”.
– Organizzazione del Forum distrettuale di Loreto, avente per tema “Il Grande Giubileo del 2000: un viaggio nel passato, un cammino di speranza”, che ha avuto luogo il 23 novembre 1997 presso l’Auditorium Giovanni Paolo II. All’importante incontro sono intervenuti, tra gli altri, il Governatore Mario Giannola, l’Arcivescovo di Loreto Mons. Angelo Comastri, il Sindaco di Loreto Massimo Marconi, il Responsabile dei Grandi Eventi della CEM Marcello Bedeschi, e Giambaldo Belardi in rappresentanza della Commissione Distrettuale per il Grande Giubileo del 2000, che hanno parlato di fronte ad una platea numerosa e attenta. Gli interventi sono stati poi raccolti e pubblicati in un opuscolo curato dal Rotary di Osimo. Successivamente al Presidente sono giunti significativi messaggi di saluto e rallegramenti da parte di Giorgio Caleffi, presidente del Rotary di Ancona, di Paolo Zecchini, rappresentante del Governatore Marche Centro, dello stesso Governatore Giannola, del Direttore della rivista “Rotary” Gianni Fusato, e gli auguri natalizi di Mons. Comastri con le felicitazioni per l’avviata realizzazione e donazione delle vetrate per la Basilica della Santa Casa di Loreto.
– Continuazione dei rapporti nel settore sociale e sanitario con il Club gemello di Spalato, una rappresentanza del quale è stata nostra ospite nel mese di novembre. Il rapporto, già allacciato in maniera lusinghiera e fattiva dal presidente Quattrini, aveva in programma la donazione di un videolaparoscopio all’Ospedale di Spalato e l’organizzazione di corsi per l’addestramento all’uso dell’apparecchio in collaborazione con l’Azienda Sanitaria 7.
– Presentazione e consegna all’Amministrazione Comunale e all’ASPEA del progetto “Costellazione Osimo – proposte per l’illuminazione della città” avente come obiettivo l’illuminazione dei principali palazzi e monumenti del centro storico di Osimo. In verità l’idea era maturata nell’anno della Presidenza Tittarelli (1994-95) e negli anni successivi si è concretizzata grazie all’impegno della studentessa di Architettura Patrizia De Masi con la supervisione del Prof. Paolo Bettini e la consulenza tecnica de iGuzzini illuminazione.
– Ricollocazione, dopo oltre quarant’anni, della Fontana in ghisa di Piazza Boccolino, sicuramente l’avvenimento più eclatante e visibile dell’intero anno, a coronamento delle celebrazioni per il quarantennale, coordinate da un Comitato presieduto da Rolando Tittarelli.
I lavori nel loro complesso per il recupero ed il restauro del manufatto, compresa l’esecuzione, ad opera dello scultore osimano Romolo Augusto Schiavoni, della statua della bambina (“pupa”) sovrastante, è durato a lungo ed ha visto la solidale partecipazione, ciascuna per le sue competenze, di varie imprese locali, i cui nomi sono stati incisi lungo la predella circostante la fontana.
Finalmente il 5 aprile 1998 ha avuto luogo l’attesa inaugurazione, con gli interventi del sindaco Alberto Niccoli e del presidente Giorgio Fanesi, il tutto accompagnato dalle note musicali della banda cittadina. A ricordo dell’avvenimento il Rotary ha dato alle stampe una pubblicazione dal titolo “La Fontana della pupa”, contenente vari interventi, tra cui quelli di Manuela Francesca Panini e di Giorgio Giorgetti, ed ha fatto confezionare un astuccio contenente una riproduzione artistica in lamina d’argento della fontana e 5 incisioni di edifici osimani su cartoncino Fabriano.
– Pubblicazione, a cura di Luciano Egidi, della raccolta completa degli scritti in vernacolo osimano del nostro poeta dialettale, pittore, scenografo Elmo Cappannari, recentemente scomparso, e Paul Harris Fellow del nostro Club. Il libro, in elegante veste editoriale, intitolato “Elmo Cappannari poeta della propria terra”, è stato presentato alla cittadinanza il 23 maggio 1998 nella sala consiliare del Municipio, presenti Silvana Amati, Presidente del Consiglio Regionale, e il Sindaco di Osimo Alberto Niccoli. Di fronte ad un numeroso pubblico sono intervenuti la Sig.ra Rina Giuliodori ved. Cappannari, il pittore Franco Torcianti, il curatore del volume Luciano Egidi, che hanno ricordato numerosi aspetti della personalità di Elmo ed illustrato le caratteristiche del libro. Nella stessa circostanza è avvenuta una ulteriore cerimonia, quella della consegna al Rotary Club Osimo, da parte del Circolo dei Senza Testa e per mano del suo presidente Nello Lucarelli, del Premio “Elmo Cappannari”, istituito per onorare e ricordare l’artista osimano.
– Sostegno offerto ai giovani del Rotaract impegnati nella ristrutturazione e nell’ammodernamento dell’interno della Chiesa dell’Annunziata del Cimitero maggiore.
– Tra le altre iniziative vanno segnalate l’individuazione dell’antica cisterna romana presente, in base ai documenti rinvenuti, nel sottosuolo di Piazza del Comune, per il cui studio il Club ha nominato un apposito Comitato, e la consegna di 22 targhe didascaliche alla città di Loreto.
Inoltre, alla conviviale del 19 giugno 1998 è intervenuto P. Silvano Castelli dei Frati Minori Conventuali, che ha intrattenuto i soci sul tema “Luci ed ombre del Pianeta Famiglia – considerazioni da un osservatorio quotidiano”.
Infine, non possiamo dimenticare che per il quarantennale del Club è stato compilato e pubblicato il volume di storia del Rotary osimano nei primi quarant’anni di vita, che ha costituito la base di partenza per la realizzazione del presente libro.
Va poi ricordata la partecipazione a tre riuscitissimi “caminetti”, ad interclub, a gite sociali, e addirittura l’estemporanea costituzione di un “coretto” rotariano, che ha rallegrato il tradizionale incontro di Natale.
Infine dobbiamo sottolineare che tutte le realizzazioni sono state supportate dalla collaborazione di molti soci, che hanno fatto registrare un 60% di presenze.
Al termine dell’anno sociale palese è stata la soddisfazione del presidente Fanesi, che concludeva così la sua lettera di commiato: “il Club è in buona salute e speriamo che si mantenga così ancora per molti anni a venire”.

Forum di Loreto del 23 novembre 1997. Da sinistra: Marcello Bedeschi, Mons. Angelo Comastri,
il Governatore Mario Giannola, il Presidente Giorgio Fanesi, il Sindaco di Loreto Massimo Marconi
Forum Distrettuale, copertina della brochure
“Costellazione Osimo”: il Duomo5 aprile 1998: inaugurazione della Fontana di Piazza Boccolino
“Coretto rotariano”